Dalla collaborazione fra Skinwall e affermati designer italiani, nasce la  Suite Collection, una prestigiosa raccolta di carte da parati dai soggetti evocativi. L’obiettivo è quello di diffondere un patrimonio artistico di grande pregio in tutti i contesti della vita quotidiana, dall’abitazione privata all’ufficio, dall’atelier al negozio, in una crescente ricerca del bello.

Visioni di impareggiabile valore

Prosegue la partnership con lo Studio Raggi Design che arricchisce la sua proposta con motivi in cui la flora e la fauna africane si fondono con suggestiva eleganza. Queste carte da parati vanno ad armonizzarsi con quelle nate dalle rielaborazioni dei più significativi studi architettonici dei grandi esponenti del passato fra le quali emerge la carta numero 714, ispirata agli studi di Marco Vitruvio Pollione, illustre architetto, ingegnere militare e scrittore della Roma del I secolo a.C. conosciuto per aver reso l’architettura un sapere tecnico al pari di una vera e propria scienza. Per gli amanti dell’arte, lo Studio Raggi Design propone una serie di carte da parati dai soggetti botanici e paesaggistici in cui il gioco fra luci e ombre avvolge l’osservatore accompagnandolo in un ambiente dal sapore nostalgico.

La materia si manifesta in tutta la sua magnificenza nelle carte da parati che riproducono le opere di Fabio Iemmi. La continua indagine e conoscenza dei materiali ha condotto l’artista emiliano alle carte da parati Skinwall aprendo nuovi scenari alla ricerca dell’estetica propria della materia.

Le carte da parati che nascono dalle opere di Guido Cozzi sono capaci di trascinare lo spettatore in una nuova dimensione in cui l’arte pittorica prende vita e si diffonde in vibrazioni decise e risonanti, mentre il “Secret Garden” di NeferStudio ricondurrà ogni cosa a un rigoroso ordine geometrico.

Gloria Zanotti, con la sua carta numero 708 Dragons, ci accompagna in un viaggio in estremo oriente alla scoperta dragone, spirito fecondo e creatore, la cui saggezza ha ispirato il potere imperiale cinese.

Le carte da parati ideate dallo Studio Ferriani ci riportano in Italia, nella città di Firenze, culla del rinascimento. Particolarmente interessante è la carta numero 722 raffigurante un Ponte Vecchio in ottica purista, mentre la carta 725 Roster’s Tiepidarium vi permetterà di vivere, ogni giorno, le suggestioni crete dal gioco di luci e ombre all’interno della splendida serra in stile liberty che domina il Giardino dell’orticultura della città.

Le carte da parati create da Corrado Dotti ci portano ancora una volta in oriente fra le particolari geometrie e raffigurazioni dell’arte giapponese. A spiccare è sicuramente la carta numero 764 che ritrae un’ammiccante Geisha depositaria di secoli di tradizione artistica nipponica.

Le creazioni di Elena Piccolboni abbandonano ogni tecnicismo per seguire il turbine delle emozioni, che si esprimono in forme e colori decisi, facendo della natura la principale protagonista. Fa eccezione la carta da parati numero 761 Red mask in Venice, dove i toni si fanno più delicati per celebrare il fascino misterioso del carnevale veneziano.

Grazie al Conti Marchetti Studio, la carta da parati diventa una vera e propria tela da dipingere e ricamare con due tecniche differenti: lo shibori e il punto croce. Lo shibori ha antichissime origini cinesi e trova la sua massima diffusione durante il periodo Edo. Le tecniche dello shibori prevedono che il tessuto venga piegato, legato, ritorto in modo che il colore penetri soltanto in determinate fibre, creando effetti dal particolare gusto stilistico. Il punto croce è, invece, un’antichissima tecnica di ricamo capace di sopravvivere anche ai tempi moderni. Le piccole crocette colorate vanno a comporre motivi e simpatici soggetti dai colori sgargianti che emergono giocosamente dalla parete come gli estrosi gufetti della carta da partati numero 769 Cross Stitch Owl.

Fra un Boom e un Wow, Simone Micheli Architectural Studio propone delle carte da parati capaci di movimentare l’ambiente con onde e sfere che sembrano uscire direttamente dal muro: motivi tridimensionali le cui geometrie risuonano nello spazio in un’eco onomatopeica.

Charaka Arte e Design ci accompagna in un viaggio interiore in cui l’immagine onirica prende forma sulla tela in una filosofia per gli occhi. Due sono le carte da parati realizzate per Skinwall: la 747 Blue Flowers e la 748 Romantic, due stili molto diversi che vanno a toccare le corde delle emozioni.

Realizzazioni di inconfutabile pregio

A parità di materia prima e stampa utilizzata, le grafiche di questa collezione vengono presentate al pubblico ad un prezzo superiore rispetto a tutti gli altri articoli a catalogo.

Tutti i design di Skinwall sono personalizzabili sia nella rappresentazione che nel supporto e sono ridimensionabili a seconda delle necessità sia in altezza che in larghezza; inoltre, tutte le carte da parati sono stampate con un plotter digitale che usa solo inchiostri ad acqua e materiali ecologici nel pieno rispetto dell’ambiente.